“Vuoi dirmi, per piacere, da che parte devo andare adesso?” Chiese Alice.
“Dipende molto dal luogo dove vuoi andare”, rispose lo Stregatto.

Questo frammento, tratto dal bellissimo libro di Lewis Carrol, “Alice nel paese delle meraviglie”, ci suggerisce il punto di partenza per ogni nostro obiettivo da raggiungere: se non sappiamo dove vogliamo e desideriamo andare non sapremo mai trovare la strada per arrivarci.

E, prima ancora, ci costringe a pensare chi siamo, a definirlo, perché se non abbiamo la percezione di noi stessi, dei nostri bisogni e desideri, molto probabilmente non avremo neanche quella spinta propulsiva che ci mette in movimento per soddisfarli.

Bisogni e desideri, il primo possiamo dire che proviene dalla scarsità e il secondo dall’abbondanza, il primo è il riempimento di una mancanza, il secondo è l’aggiunta a qualcosa che già esiste. Ma entrambi sono il carburante della nostra motivazione. Se non avessimo un bisogno o un desiderio non ci metteremmo mai in cammino verso una meta, che molto spesso è proprio suggerita dal loro soddisfacimento.

Una loro attenta valutazione è quindi il primo passo che consente di definire una cornice di senso alle nostre azioni.

Questa considerazione vale tanto per i singoli individui quanto per una comunità di persone in un determinato territorio che intende promuovere e far conoscere ambiente, ricchezze culturali e antropologiche al fine dell’accoglienza di nuove persone che ne devono rimanere attratte. Insomma costruire la difficile arte del magnetismo territoriale.

Chi siamo, quali sono i nostri bisogni e desideri, quali i punti di forza e quali invece le aree di miglioramento, quale è l’obiettivo che intendiamo centrare con precisione e quale la strada da percorrere, chi o cosa può rivelarsi un sabotatore più o meno esplicito, sono solo alcune delle domande che potrebbero essere poste da un team di professionisti esperti di touristic development coaching che accompagnano la comunità, attraverso i propri rappresentanti, in questo delicato processo di seduzione territoriale.

www.massimilianomassimi.com