Campanile di San Marco


  • Campanile di San Marco

Energitismo Insight

Il campanile di San Marco è uno dei simboli della città chiamato affettuosamente El parón de casa (Il padrone di casa). E’ a pianta quadrata di 12 metri ed è alto 98,6 metri ed è separato dalla basilica. L’entrata al campanile avviene attraverso la Loggetta del Sansovino. Originariamente era stato costruito come torre di avvistamento e come faro nel IX secolo ma ha subito numerosi interventi. Nel 1609 Galileo la utilizzò per fare una dimostrazione del suo cannocchiale. L’attuale campanile è stato costruito nel 1915. Fino all’800 attorno all’ombra del campanile si trovavano osterie e botteghe in legno e da queste deriva il modo di dire veneziano ‘andemo a bever un'ombra’ (andiamo a bere un bicchiere di vino. Ai tempi della Serenissima, alcuni reati commessi dal clero erano puniti con l'esposizione del condannato in una gabbia appesa al campanile. Ogni anno, durante il Carnevale, dal campanile si assiste al volo dell'angelo, così come si svolgeva i tempi della Serenissima con un "Angelo" in carne che si arriva al Palazzo Ducale.

Subscribe to see the latest