È il 20 gennaio di 121 anni da quando Nathan Birnbaum è nato. Dal momento che ragazzi ebrei devono diventare compositori o violinisti, Nathan (Nattie alla sua mamma) a un certo punto ha deciso di diventare George, George Burns.

Poco più di 100 anni dopo la sua nascita, nel 1996, George è passato all’eternità con Gracie. Quale modo migliore per festeggiare il suo compleanno di citare alcune righe dallo ‘script’ della sua vita? Ogni giorno della sua vita George Burns diventava vecchio, ma lui non è mai veramente invecchiato.

Se vivi un centinaio, ce l’hai fatta. Pochissime persone muoiono dopo questa età!

Tuttavia, ci sono stati alcuni realtà che anche un ‘fumetto’ deve accettare. Il sesso a 90 anni è come giocare a biliardo con una corda. Per bilanciare questo catastrofe fisica, l’ottimismo di George era sempre presente.

Guardo al futuro perché è lì che ho intenzione di passare il resto della mia vita!

George Burns fumava sigari. Un connazionale ha stimato che Burns aveva sostenuto l’industria del tabacco per un totale di circa 300.000 sigari nei suoi 100 anni.

Felicità? Un buon sigaro, un buon pasto. Un buon sigaro e una buona donna – o una donna cattiva: dipende da quanta felicità si può gestire. Ma che dire di un buon drink? Ci vuole solo una bevanda a farmi ubriacare. Il problema è che non riesco a ricordare se è la tredicesima o la quattordicesima!

George Burns ha avuto due carriere, il primo con Gracie Allen (Say Goodnight, Gracie) e la seconda a partire dal film, The Sunshine Boys, per cui ha ricevuto l’Oscar per il miglior attore non protagonista quando aveva 80 anni. Questa è stata seguita dalla trilogia di ‘Oh, Dio!’ film con George Burns in cui fa la parte di un indimenticabile Onnipotente.

Recitare è tutta una questione di onestà. Se puoi fingere, allora ce l’hai fatta!

Come attore che amava la sua professione, ha cercato di provocare le migliori risate nel suo pubblico e per questo ha avuto un grande successo. Preferisco essere un fallimento in qualcosa che amo che avere successo per qualcosa che odio!

E in tema di affari diceva che era meglio ‘Non stare a letto a meno che non si possono fare soldi a letto’.

La sua idea della politica è sempre attuale: Peccato che tutte le persone che sanno come far funzionare il paese siano occupate alla guida di un taxi o a tagliare i capelli!

George Burns ha vissuto in modo pieno e con un semplice tocco di ironia, ma sempre ridendo di se stesso: La felicità è avere una grande, affettuosa, premurosa famiglia molto unita in un’altra città, e quando ero un ragazzo il Mar Morto era solo malato!

La sua filosofia era struggente e si intrecciava con la realtà. Aveva un perfetto tempismo: Il segreto di un buon discorso è avere un buon inizio e un buon finale, eppoi avendo i due il più vicino possibile!

George Burns, un immortale!