Come ho già raccontato durante un evento di Energitismo, ogni mio gioiello racchiude una storia, nasce da emozioni e immagini vissute durante i miei viaggi in Africa, descrivo brevemente l’esempio del Pendente Nascita Beta.

Durante uno degli ultimi viaggi assieme ad un gruppo di affiatati amici decidiamo di noleggiare un paio di imbarcazioni per spingerci alla scoperta di nuovi ed incontaminati luoghi, decidiamo di comune accordo di navigare in direzione dell’arcipelago delle Radama e precisamente nell’isola di Kalakajoro.

Dopo circa 60 miglia di navigazione arriviamo a destinazione, approdiamo in una bianchissima spiaggia deserta bagnata da un mare cristallino dalle infinite sfumature del turchese, nei nostri volti si percepisce la gioia e l’emozione e ci lasciamo andare in un urlo liberatorio che in quei momenti segna l’unione e l’affiatamento del gruppo ma… c’è del lavoro da fare, sbarchiamo il pesce catturato durante la navigazione per prepararlo per la cena, prepariamo le tende accendiamo il fuoco e tra un racconto e l’altro arriva il momento di andare a dormire.

La mattina il sole ti sveglia presto, alle 4,00 circa decido di fare una passeggiata e avvolto nei miei pensieri mi incammino, quando decido di girarmi per tornare al campo , l’immagine che vedo mi provoca una forte emozione, era l’attimo esatto del sorgere del sole, dietro una fitta vegetazione dove liane e mangrovie mettevano in risalto la loro silhouette, il nascere di un nuovo giorno, la notte che cede il passo, un momento sempre magico e dal forte impatto emotivo, rimango senza respiro per un attimo, ma quell’attimo si è impresso così forte nella mia sfera emozionale che dovevo assolutamente riproporlo tramite il mio lavoro.

Nasce da questa esperienza questo pendente, dove sottili filamenti dorati si intrecciano attorno ad un disco di Calcedonio a rappresentare il sole che sorge e scabrose incisioni segnano il passaggio dalla notte al giorno…. Proprio come in quel magico momento.