Trovare un tesoro sommerso è il sogno di molti ragazzi e bucanieri.

Il sogno di Mel e Deo Fisher è diventato realtà quando nel 1985, dopo 16 anni di ricerche, hanno scoperto, sepolto nella sabbia vicino il relitto sommerso del galeone spagnolo ‘Atocha’, 13.500 carati di smeraldi provenienti dalle leggendarie miniere di Muzo in Colombia.

Dopo il recupero del tesoro sommerso, sepolto per oltre 360 anni, il secondo smeraldo più grande è stato battezzato con il nome di Atocha Star. Alcuni anni più tardi Deo ha fatto tagliare lo smeraldo che è passato dai 26 carati grezzi a una magnifica gemma di 12.72 carati, in cui ha visto la vita riflessa.

L’allegoria del tesoro sommerso ha avuto un altro percorso. Ron Shore, un uomo con la passione per la caccia al tesoro, ha avuto l’idea della più grande Caccia al Tesoro: la ricerca dell’Aquila reale. Il suo sogno era quello di creare una Aquila Maltese in oro massiccio, la più grande del suo genere in tutto il mondo, una squisita opera d’arte di enorme valore, un pezzo assolutamente unico da collezione. La sfida gli era nata dalla tragedia quando la cognata era morta di cancro al seno. La sfida era di creare questa aquila reale e di promuoverla come una scultura in oro.

Così aveva bisogno dei migliori scultori e orafi del mondo e li ha trovati. Ha trascorso quattro anni e migliaia di ore di ricerca e di sperimentazione prima che l’aquila allargasse le sue ali. Ha dovuto affrontare e superare tre ostacoli.

La struttura e la colata dell’Aquila Maltese con oltre 8 kg di oro di varia caratura, come oro 14 carati per il becco su una testa in oro bianco 18 carati, sono stati affrontati e superati da Kevin Peters, uno scultore di grande fama le cui opere sono esposti nelle gallerie più prestigiose e reali. Sono stati creati due stampi di fusione a cera persa durante un periodo di sei mesi, e il primo è stato sperimentato con l’argento.

Coloro che conoscono la fusione in bronzo sapranno comprendere la sfida di lavorare con oro di diversi carati. Per tutti gli altri, il processo si è svolto in 10 fasi ed è stato un tour de force tecnologico e artistico. Gli errori tecnici riscontrati nella fusione d’argento sono stati rettificate e la perfetta aquila d’oro è stata colata e rifinita.

Il secondo ostacolo è stato quello di decorare l’orgogliosa testa dell’aquila con diamanti per ricreare gli occhi attraverso i quali l’aquila comanda il mondo. Lewis Court è stato per molto tempo un allievo del grande argentiere Norman Brassant. Lewis ha accettato questa sfida e ha inserito due diamanti a forma di pera abbinati di 1,1 carati per gli occhi e ha poi decorato la testa in oro bianco dell’aquila con 763 diamanti per un totale di 56 carati.

Il terzo ostacolo è stato quello di cercare una magnifica gemma che provenisse da un tesoro sommerso. E Deo Fisher ha offerto il suo verde smeraldo Atocha Star, che ora è incastonato sotto la tutela di questa Aquila Maltese.

Questo tesoro, questa magnifica bellezza creato da tragedie storiche e recenti, è una vera favola della vita moderna. L’oro massiccio dell’Aquila Maltese non è un tesoro che chiunque può acquistare. Il suo valore di è stato stimato in oltre 6 milioni di dollari. Il suo fascino speciale è destinato ad un collezionista che capisce il valore di tale meraviglioso talento artistico oltre al valore intrinseco del prezioso oro, dei diamanti e dello smeraldo Atocha Star.

Per investitore seri interessati all’arte, l’aquila reale può essere vista previo accordo con Jon Fathom nella sua galleria, Fathomstone, a Whistler in British Columbia (www.fathomstone.com) o contattando l’autore (g.tulloch@energitismo.com).